Hai già inviato il tuo pronostico!
Puoi rivederlo cliccando su
“La tua giocata” qui sotto.

CHIUDI

Stagione 1996/97: l’annata d’oro del “bomber” Vincenzo Montella

La stagione 1996/97 è l’ultimo sussulto (in positivo) di un ciclo “doriano” iniziato a fine anni Ottanta, con la stagione 1990/91 che rimarrà, nella storia dell’U.C. Sampdoria, per essere stato l’unico scudetto tricolore conquistato negli oltre 70 anni di vita sportiva. 

Nel campionato in esame i blucerchiati non conquisteranno alcun titolo (né il tricolore, né la coppa Italia) e sarà anche l’ultima stagione per la "bandiera" Roberto Mancini. Pur tuttavia, nel ’96-’97, la Samp acquisterà due giovani promettenti (Clarence Seedorf e Christian Karembeu) e pur posizionandosi 6a in classifica sarà il club della massima serie a realizzare più gol, grazie soprattutto alle gesta sportive di Vincenzo Montella (soprannominato l’aeroplanino nella successiva esperienza capitolina).

La Sampdoria in questa stagione segnerà ben 60 reti. Nessun altro club, neppure la Juve vincitrice a fine torneo dello scudetto, riuscirà a fare meglio (51 reti). Meglio dei bianconeri soltanto la SS Lazio con 54 reti all’attivo (ancora più indietro l’Udinese con 53). L’altra faccia della medaglia sarà però la difesa blucerchiata: 46 gol subiti (12ima in coabitazione con l’Atalanta). 

A contribuire, in modo significativo, a questo risultato sarà appunto Montella capace di realizzare 22 reti (di cui 3 rigori), più di 1/3 dell’intero bottino. Il calciatore campano arriverà anche ad un passo dal vincere il titolo di migliore marcatore della stagione 1996/97 (la sua presenza in campo sarà soprattutto valorizzata dall’allenatore Luciano Spinosi, in quel campionato coadiuvato dal DT svedese Sven Goran Eriksson). Lo supererà, con 24 gol (di cui 6 rigori), Filippo Inzaghi, in quel periodo all’Atalanta, società arriverà 10ima in campionato. Sull’ideale podio dei “bomber” anche Abel Balbo per l’AS Roma (a quota 17 gol). A conferma delle potenzialità offensive della Sampdoria, il quinto posto in classifica di Roberto Mancini (15 gol) in coabitazione con attaccanti del calibro, per esempio, di Beppe Signori (Lazio) e Marco Negri (Perugia calcio). In totale segneranno 11 blucerchiati, confermando la bontà dell'attacco del club ligure.

 

Segui le curiosità e i “quiz” di “Ma quante ne so?” su Football Fun Arena.