Hai già inviato il tuo pronostico!
Puoi rivederlo cliccando su
“La tua giocata” qui sotto.

CHIUDI

Quali squadre italiane vanno in Europa League

Una Europa League complicata come un “puzzle”, quella che ha interessato, di recente, le squadre italiane coinvolte nell’edizione 2019/20 della competizione continentale. Ma andiamo per gradi. Al termine del campionato 2018/19, infatti, i nomi delle squadre ammesse erano soltanto quelli dell’AC Milan (5°) e dell’AS Roma (6° posto).

La SS Lazio (8a), avendo vinto sull’Atalanta, nella finale di Coppa Italia (2019), ha conquistato l’accesso diretto alla fase a gironi dell’Europa League.

Poi alcune situazioni pendenti, sul terreno del Fair play finanziario (FPF), hanno costretto il Milan a fare (purtroppo) un passo indietro. I rossoneri, qualificati di diritto alla fase a gironi, sono stati esclusi, dopo una trattativa consensuale tra il club lombardo e l’ispettorato dell’UEFA. A beneficiarne è stato immediatamente il Torino del presidente Urbano Cairo, escluso, al termine del campionato, dalla Europa League (ciò ha determinato il successivo inserimento dell'AS Roma nella fase a gironi). 

I “granata”, nello specifico, stanno già partecipando ai turni preliminari. Nel 2° turno, per esempio, hanno incontrato gli ungheresi del Debrecen. Una doppia sfida superata brillantemente: 3-0 in casa (si è giocato al Moccagatta di Alessandria) e 4-1 fuori casa, con reti di Simone Zaza (26°), Armando Izzo (32°), Andrea Belotti (69°) e Vincenzo Millico (92°). Unica rete degli avversari quella di Varuna Garba al 52° nel secondo tempo. 

Il prossimo 8 agosto, il Toro (nella foto un momento di un match di Europa League del Torino con lo Zenit nel 2015) affronterà in casa, nel 3° turno preliminare di EL, il club bielorusso dello Shakhtyor Salihorsk (il ritorno è previsto per il 15 agosto). Attualmente, nel campionato nazionale, lo Shakhtyor è 3° a 41 punti (14 gare disputate), superato solo dal Bate Borisov e dalla Dinamo Brest, ma davanti a club “storici”, come, per esempio, il Dinamo Minsk. 

La formula del torneo 2019/2020

La nuova stagione è iniziata lo scorso 27 giugno, appena 29 giorni dopo il secondo trionfo del Chelsea in UEFA Europa League a Baku, con le gare di andata del turno preliminare. Seguiranno altri tre turni di qualificazione (attualmente siamo al 2°) e gli spareggi a fine agosto, che decreteranno il tabellone della “fase a gironi”. Quest'ultima fase inizierà il 19 settembre e si giocherà ogni due o tre settimane fino al prossimo 12 dicembre. La fase ad “eliminazione diretta” inizierà il 20 febbraio e proseguirà sino alla finale del 27 maggio 2020 a Danzica (Polonia).

 

I club italiani coinvolti nell’edizione 2019/20 della UEFA Europa League

  • ° 5ª – AC MILAN, 68 punti – qualificato alla fase a gironi, ma escluso per violazioni nell’ambito del Fair-play finanziario;
  • ° 6ª – AS ROMA, 66 punti – qualificata al 2° turno preliminare, ma ammessa direttamente alla Fase a gironi in seguito all’esclusione del Milan;
  • ° 7ª – TORINO FC, 63 punti – Non qualificato all’Europa League, ma ammesso al 2° turno preliminare dopo l’esclusione del Milan;
  • ° 8ª – SS LAZIO, 59 punti – qualificata alla fase a gironi dell’Europa League per aver conquistato la Coppa Italia (2019).

 

Segui le curiosità e i “quiz calcio” di "Ipse Dixit Calciomercato" su Football Fun Arena.