Hai già inviato il tuo pronostico!
Puoi rivederlo cliccando su
“La tua giocata” qui sotto.

CHIUDI

Pazzini: bomber di grande qualità con la maglia del Verona

Vincere la classifica di capocannoniere della Serie B, da sempre campionato molto difficile da interpretare (soprattutto per l’agonismo in campo) è sinonimo di qualità che (presumibilmente) verranno poi confermate nella massima serie (nel caso, per esempio, delle giovani promesse), o conferma delle qualità tecniche di bomber dal grande fiuto del gol. E’ il caso di Giampaolo Pazzini, che, nella stagione 2016/17, con la maglia dell’Hellas Verona ha conquistato il titolo di miglior marcatore del campionato.

Il centravanti gialloblù riuscirà a strappare questo titolo (con ben 23 gol) a Fabio Ceravolo(Benevento), che, invece, si fermerà a 20 reti. Subito dietro Francesco Caputo(Entella) con 18, così comeMirco Antenucci (Spal). Nella top five anche Federico Dionisi(Frosinone) con 17 reti. Questo risultato per il “Pazzo”, così come amano chiamarlo i suoi fan, si configurerà come un record personale(in termini di realizzazioni personali) all’età, tra l’altro, di 32 anni. Questa stagione eccellente riporterà l’Hellas Verona nuovamente nella massima serie (conquisterà il secondo posto, dietro la Spal, con 64 reti realizzate40 subite), trasformando il centravanti (con esperienze in 7 diversi club incluso il Verona) in un beniamino della tifoseria veneta (rimasta temporaneamente “orfana” post ritiro di Luca Toni).

Il calciatore, nativo di Pescia (oggi 34enne), resterà fino al termine del 2017 all’interno della “rosa” del club scaligero. Poi, nel gennaio 2018, volerà, per una stagion,e a Valencia al Levante UD, prima di tornare nuovamente a Verona, un anno dopo, con l’obiettivo di riportare la squadra nel “salotto buono” del calcio tricolore. 

Obiettivo raggiunto, nuovamente, al termine dei playoff di quest’anno. L’Hellas Verona infatti ha affrontato e superato la “sorpresa” Cittadella. Un avversario che ha dato filo da torcere ai gialloblù giocando sempre a viso aperto. Solo nel match di ritorno al “Bentegodi” i veronesi hanno piegato i “granata”, che avevano conquistato la gara d’andata con il risultato secco di 2-0. Nel ritorno il Verona ha ribaltato il pronostico vincendo 3-0 (con l’ultimo gol segnato, all’83°, dal calciatore italiano naturalizzato tunisino Karim Laribi). 

Segui le curiosità e i “quiz” di “Ma quante ne so?” su Football Fun Arena.