Hai già inviato il tuo pronostico!
Puoi rivederlo cliccando su
“La tua giocata” qui sotto.

CHIUDI

L’esperienza a stelle e strisce di Chinaglia “targata” Cosmos

Un ragazzo di Pontecimato (classe ’47), piccola frazione di Carrara, destinato a diventare un campione di calcio. In sintesi, è la “storia” di Giorgio Chinaglia, che, prima di entrare nel football professionistico, guidando la SS Lazio fino alla conquista del primo scudetto (nella stagione 1974), si fa le ossa in Galles, dove, per ragioni di natura economica la sua famiglia, è costretta a trasferirsi per diversi anni (il padre di Giorgio vi emigra per lavorare in una fonderia di Cardiff).

All’inizio il “giovane” Chinaglia verrà attratto anche dal mondo del rugby (per il suo fisico prestante), ma è proprio il padre ad indirizzarlo al calcio. Quella esperienza “famigliare”, in terra di Galles, diventerà l’elemento caratterizzante del suo soprannome: ecco perché il futuro campione della Lazio sarà ribattezzato “Long John”.

Un “nickname” attribuitogli proprio per i suoi trascorsi in terra britannica. Chinaglia giocherà anche per il Swansea City (club gallese) 5 partite realizzando una rete (nel periodo 1964-66)

Una vita per il pallone, che si concluderà, dopo la gioia per lo scudetto conquistato con i “ragazzi” di Maestrelli, negli States. Le sirene d’Oltreoceano lo spingeranno fino a New York, dove, nel 1976, sbarca alla “corte” dei Cosmos, la squadra di soccer più famosa di quel periodo. Giocherà con campioni del calibro di Pelè, Franz Beckenbauer e Johan Cruijff.

“Long John” in America diventerà un idolo (nell’esordio segnerà due gol trascinando alla vittoria, per 6-0, la sua squadra opposta ai Los Angeles Aztecs), oltre che ambasciatore del mondo del pallone nordamericano.

“Long John” lascerà i Cosmos solo dopo il fallimento societario, ma ancora oggi, negli USA, ricordano la media reti incredibile del campione biancoceleste: 231 gol in 234 partite. L’esperienza americana terminerà nel 1983, con il ritorno nella Capitale, dove verrà chiamato, per un periodo, a guidare la “sua” Lazio (nel ruolo di Presidente)

È attualmente il football player con il maggior numero di reti nella storia del soccer professionistico nordamericano. Un record nei record per l’indimenticato “Long John”, che ha segnato, in carriera, più di 360 gol in sei diversi club.

Segui le curiosità e i “quiz” di “Ma quante ne so?” su Football Fun Arena.